Disegno Blitzen con Pittore

Come aprire un atelier d’artista: la storia dei Blitzen

Un parco divertimenti, una tartaruga di terra e un giardino: Blitzen nasce così

Noi di Blitzen stavamo realizzando alcune attrazioni per Gardaland (siamo scenografi). Le sere di primavera, quando tornavamo a casa, ci mettevamo in giardino.

Lì ci sono un sacco di alberi giganteschi pieni di uccellini e Chiara ebbe l’idea di fare qualche nido in legno. Nascevano così i primi nidi fatti da noi.

E cosa c’entra la tartaruga?

Dovete sapere che Cameo, una delle nostre tartarughe, ha delle crisi d’identità ed è profondamente convinta di essere un cane.

Di tartarughe ne abbiamo quattrodici, ma sono tutte consapevoli di essere delle tartarughe, ad eccezione di Cameo.

Chi è Cameo, la nostra tartaruga-cane

Cameo, quando passeggiamo in giardino, ci trotterella accanto e se ci fermiamo si accuccia.

Non abbaia e non porta il giornale, ma a quel tempo insisteva per dormire nella cuccia di Golia, il nostro cagnolino shitzu che ora saltella felice nel paradiso dei cani.

Uno shitzu, però, non ama condividere la sua cuccia con una tartaruga, nemmeno se questa è convinta di essere un cane.

Dopo aver tentato a più riprese far capire a Cameo la triste verità, abbiamo ceduto e abbiamo costruito una casetta in legno del tutto simile a quella di Golia, ma più piccola e senza fondo.

Le tartarughe, infatti, adorano stare all’ombra a contatto diretto con la terra.

La casetta ci era riuscita proprio bene, tanto che amici e conoscenti spesso ci dicevano: “Ma che bella. Ma le vendete anche?”.

Dopo qualche mese, sui principali siti di e-commerce, comparivano le prime casette Blitzen. Il tutto per colpa di una tartaruga.

Correva l’anno 2008.

I parchi divertimento come lavoro e ispirazione

E poi? E poi abbiamo fatto sempre più prodotti.

Tutto partiva dal nostro giardino: lì dentro abbiamo cani, gatti, uccellini, civette, api, tartarughe, ricci e pipistrelli.

Per tutti questi animali stupendi abbiamo costruito casette e nidi, ad eccezione delle civette. Per scusarci ufficialmente con le civette, grandi escluse dei prodotti Blitzen, ne abbiamo messa una nel logo.

Scusate, civette! Speriamo possa bastare.

Nel momento in cui scrivo, la Blitzen compie esattamente dieci anni. In tutto questo tempo, oltre alle cucce, abbiamo continuato a fare il nostro lavoro di scenografi e architetti.

I miei maestri Andrea e Chiara Blitzen hanno creato meraviglie nei teatri e nei parchi divertimento d’Europa con mio fratello Nicola, mentre io passavo sette lunghi anni in Francia e in Medio Oriente a disegnare restauri e attrazioni.

Intanto, la passione per le casette cresceva e ci regalava grandissime soddisfazioni.

Dopo le tartarughe, infatti, abbiamo iniziato a fare prodotti per gatti. Progettavamo un sacco di cucce e tiragraffi, tutti ispirati ai nostri viaggi e alle nostre attrazioni.

Negli anni successivi, ci siamo interessati ai pipistrelli.

Nel nostro giardino c’erano un sacco di zanzare e quando abbiamo scoperto che i pipistrelli ne mangiano intorno alle duemila in una sola notte, ci siamo messi a studiare e abbiamo fatto le nostre Bat-Box.

Giardino Blitzen con casetta per farfalle su albero in fiore

Poesia e cose belle. Sei come noi?

È un mondo pieno di poesia, di fascino e di cose belle ed è per questo che, ora che sono tornato sulle mie colline in Italia, ho deciso di raccontarvi la nostra arte e le nostre esperienze.

Realizziamo tutto noi quattro, dai disegni della progettazione al taglio del legno: siamo io, mio fratello Nicola e poi gli incredibili Andrea e Chiara, miei maestri e amici di sempre.

E ora? Ora ci sono tante storie incredibili che voglio condividere con chi, in giro per il mondo, è come noi.

Sei come noi? Sei come noi se ti riconosci in almeno due delle frasi seguenti:

  • Hai almeno un cane, un gatto, un riccio, un pipistrello, un’ape, una civetta o una tartaruga;
  • Hai una tartaruga con una crisi d’identità;
  • Ti piace un sacco il legno, le sue fibre, il suo colore, il suo fascino, il suo profumo;
  • Ti piace la fusione fra arte e artigianato;
  • Ti piacciono i racconti, i misteri e le suggestioni da terre lontane che parlano di legno e di animali;
  • Ti piace il mondo fumettoso e colorato delle fiabe.

Se sei come noi, ho un sacco di cose da raccontarti. Ti farò conoscere in profondità l’arte folle di Andrea, la meraviglia pittorica di Chiara, la finezza artigianale di mio fratello Nicola e poi qualche mio disegno.

Ti farò vedere i nostri progetti, le nostre mani, il nostro mondo.

E poi? Poi ho un’idea in testa da un sacco di tempo.

A me piace disegnare e mi piace scrivere, d’accordo. Ma quello che più adoro è ascoltare storie e raccontarne. In particolare, mi affascinano i gatti e i loro misteri.

Vorrei raccontarvi un sacco di storie con la mia voce e siccome sono bilingue, ve le racconterò in francese e in italiano. Insomma, voglio fare un Podcat.

Un parco divertimenti, una tartaruga e un giardino. Blizen è nata così.

Copertina di Andrea Golinotti

alberto blitzen
ARCHITETTO

Sono uno architetto e studio l’habitat degli animali. Ho abitato fra i boschi della Francia, le sabbie del Medio Oriente, i canali di Venezia e le luci di Parigi, per poi tornare all’ovile.

L’ovile è sulle bellissime colline del lago di Garda, in mezzo a castelli, fiabe e cipressi. Da qui racconto storie e faccio disegni su gatti, cani, misteri, leggende, ricci e pipistrelli.

4 pensieri su “Come aprire un atelier d’artista: la storia dei Blitzen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.